Collezione II 
 

 


Indice

La tua giovinezza
In questa mia tristezza
Sabba
Troppo ti devo
Tu dici
Il giardiniere
Piccola rosa timida
Il giorno dopo
Cammino e calpesto

Interrogazione di Gelosia


 

 

 

 

La tua giovinezza
 

La tua giovinezza è vitamina
per le mie sensazioni;
quando parli una freschezza
m'avvolge spensierata
e quella sottile,
minuscola speranza,
talmente impensabile
da rimanere nascosta
nell'oceano profondo;
talmente assurda
che la mente, timorosa,
solo la sfiora,
e non si sofferma;
quella speranza inconfessata
mi stimola e mi consola
e mi fa sentire
vivo.

indice

 

 

 

 

In questa mia tristezza
 

In questa mia tristezza arcana,
piena delle delusioni di ogni uomo,
colma delle frustrazioni di tutti i giorni,
inerte contro il caso,
impotente contro i malvagi,
amara delle occasioni perdute,
in questa mia tristezza
sei tu la chiave
del mio sorriso.

 

indice

 

 

 

 

Sabba
 

Oggi dobbiamo brindare, oggi dobbiamo dimenticare;
è giorno di gran festa, il nostro giorno.
Oggi è sbocciata una rosa,
quella rosa,
la nostra rosa.

Saltiamo, alziamo le braccia,
afferriamo i passanti, facciamoli ballare
con noi
questa danza della gioia,
il nostro sabba di felicità.

 
indice

 

Troppo ti devo

Troppo ti devo,
mai potrò pagare
un debito più grande.
Il tuo ardore giovanile,
offerto senza chiedere
cos'io possa farne,
è dono prezioso
è vino d'annata
è gioiello luminoso
è energia di supernova.
Così ti pongo sull'altare,
per adorare in te
la musa generosa.

indice

 

 

 

Tu dici

Tu dici che con i miei abbracci
ti ho rubato tutto.
Che ti ho tolto le parole
e le ho sparse sulle nuvole;
le ho regalate al vento
perché il mondo sapesse
la tua passione.
E non sono più io il poeta,
non merito di esserlo
davanti a queste parole
che spiegano tutto.

  indice

 

 

 

 

Il giardiniere

Il vecchio giardiniere,
vicino al crepuscolo,
cura con amore infinito
la sua nuova pianta,
la sua più bella,
forse l'ultima che i suoi occhi
potranno godere
forse l'ultima che le sue mani
faranno fiorire.
E tutto il giardino
ride
e ogni altra pianta
sorride al giardiniere,
perché ognuna di loro
contribuì a creare
il suo fiore più bello.

indice

 

 

 

 

 

Piccola rosa timida

Piccola rosa timida
che reclami le mie attenzioni,
i tuoi petali rosa
sembrano carne giovane;
sono labbra inesperte
che chiedono tenerezza.
Fiore carnoso,
su di te sono adagiate
piccole gocce di rugiada
come gioielli luccicanti;
tu canti la tua verginita
dedicata a me
e non riesco a coglierti,
perche vorrei che la tua bellezza
durasse infinita.

 
indice

 

Il giorno dopo


Sulle labbra ancora
il sapore dei tuoi baci
sulle mani la tua pelle
negli occhi i tuoi occhi
nel corpo il tuo calore
nei capelli il nostro sudore.

Sei ancora qui, il tuo corpo
che vuole il mio,
le tue labbra che cercano le mie,
la voglia di stringersi,
la meraviglia della scoperta,
antica eppur nuova,
di questo nostro amore.

indice

 

 

 

 

Cammino e calpesto

Cammino e calpesto
la tua gioventù,
ignorando il tuo dolore,
teso all'egoismo
di un altruismo appagante.
Eppure, bocci di rosa
spuntano dalle mie impronte
arroganti,
come sterco di animale,
involontario concime.

indice

 

 

 

 

 

Interrogazione di Gelosia
 
Dove giace il confine
fra gelosia e orgoglio?
e quello 
fra scorno e desiderio?
Perché il tuo sesso con lui
mi sconvolge ma mi eccita,
mi dispiace 
ma mi appaga?
cos’è che vorrei: 
che tu vivessi la tua vita
o che la vivessi io?
Perché è così difficile capire,
perché non è una scienza?

indice